Chi di voi non ha mai dovuto realizzare una stampa di un file digitale con le idee probabilmente poco chiare sulla differenza tra pixel e dpi e di conseguenza su alcune delle caratteristiche fondamentali della fotografia e della stampa digitale stessa. Questo articolo, dedicato alla risoluzione della stampa, intende far luce su questi aspetti.

Risoluzione stampa dpi

La distinzione è abbastanza semplice: i pixel e multipli di pixel misurano l’insieme di informazioni disponibili di un file fotografico quando questo è considerato come puro file digitale. Quando invece si parla di dpi si intende la risoluzione del file tramite riproduzione sui vari supporti disponibili (monitor, stampa su carta…).

Per dare un’idea dei diversi tipi di utilizzi vi proponiamo una semplice lista di supporti realizzati a diverse risoluzioni:

300 dpi: fotografie di alta qualità per album o documenti professionali;
200 dpi: fotografie di qualità media/alta per riviste e documenti;
150 dpi: fotografie di media qualità per rotocalchi;
90 dpi: fotografie di discreta qualità per quotidiani;
72 dpi: fotografie di qualità standard per la visualizzazione su schermo;

Se questo articolo è stato di tuo interesse approfondisci l’argomento con i tech corner relativi alla stampa digitale oppure visita il sito di TicTacStampa.